Cosa Facciamo2020-05-25T09:11:47+00:00

Accogliere le persone,
ascoltarne i bisogni,
proporre soluzioni

COSA FACCIAMO

Progettare il futuro

Progetti per la scuola e per il lavoro, ma anche per incrementare la capacità di costruire relazioni significative, fondamento per chi l’educazione la riceve e per chi è impegnato a fornirla.

Creare reti inclusive

I fattori di esclusione che possono impedire la piena integrazione di una persona nella comunità (abbandono scolastico, precedenti penali, dipendenze, difficoltà materiali e legali) si superano creando legami.

Accompagnare le persone

Accogliere le persone, ascoltarne i bisogni, proporre soluzioni: alle volte per poter ricominciare occorre prima affrontare quelle urgenze che impediscono di immaginare un progetto di vita.

I PROGETTI

I minori, i giovani e le famiglie, italiane o immigrate, sono il futuro di cui dobbiamo avere cura. Per questo crediamo importante intercettarne i bisogni e proporre soluzioni.

In questa sezione potete trovare progetti attivi e che stiamo finanziando ed altri che chiedono di essere realizzati. In entrambi i casi è possibile sostenerli per renderli ancora più efficaci o per attivarli.

Anche voi potete partecipare con il vostro sostegno: contattateci per chiedere maggiori dettagli e scoprire tutti i modi per sentirsi parte di questa grande impresa.

IN PRIMO PIANO

CREDITO AL FUTURO
CREDITO AL FUTURO

Ambito: Penale Minorile

Descrizione: Erogazione di uno stipendio di accompagnamento di 600€/mese per un periodo di 4 mesi tramite carta di credito ricaricabile, erogata da Banca Intesa, intestata ai ragazzi in uscita dall’IPM Beccaria. Necessario percorso individualizzato di ricerca lavoro, di formazione o di frequenza scolastica.

Beneficiari: I ragazzi, in genere maggiorenni ma anche, in via eccezionale, minorenni, in uscita dal Carcere, segnalati dai servizi sociali minorili e dagli educatori dell’IPM “Beccaria”.

UNA CASA PER RICOMINCIARE
UNA CASA PER RICOMINCIARE

Ambito: Inclusione Sociale

Descrizione: Grazie al Fondo Pensioni per il Personale Cariplo sono stati messi a disposizione, al minimo canone possibile (600,00 euro/mese comprensivo di spese), due appartamenti di 78 mq, siti a Milano. Gli immobili sono destinati a giovani coppie, con un componente in uscita dal percorso penale, per avviarle all’autonomia abitativa.
La Fondazione Don Gino Rigoldi provvederà a siglare con i ragazzi un patto educativo ed un contratto di comodato. La presenza di una educatrice della Fondazione assicurerà visite settimanali per la verifica delle condizioni pattuite, personalizzate secondo le caratteristiche degli inquilini.

Beneficiari: Giovani coppie, con un componente in uscita da un percorso penale, per le quali riuscire a trovare un contratto di locazione è un’impresa impossibile: di fronte a una storia di lavoro troppo recente, alla mancanza di dichiarazioni dei redditi precedenti, alla difficoltà di raccogliere i soldi per la cauzione e per i tre mesi anticipati di affitto, si infrange la possibilità di mantenere l’impegno ad una vita regolare e la possibilità di consolidare la coppia, spesso già con un figlio.

SKILLCLOUDS
SKILLCLOUDS

Ambito: Giovani, Formazione e Lavoro

Descrizione: Creare percorsi di formazione professionale per i ragazzi che vivono ai margini in modo da formarli a professioni rispondenti alle esigenze di mercato e per le quali esiste un’offerta di lavoro.

L’obiettivo del progetto è contribuire ad abbattere le barriere esistenti nella ricerca lavoro per quelle persone che per motivi sociali o economici partono svantaggiate e sono a rischio di emarginazione. Da un lato si interviene per migliorare le competenze professionali attraverso corsi di formazione, dall’altra si cerca di sviluppare le competenze necessarie alla ricerca lavoro.

Beneficiari: Le persone che vivono nelle zone periferiche della città e sono a rischio di emarginazione sociale ed economica. In particolare il target di riferimento è quello dei NEET, i giovani senza formazione e lavoro, rifugiati e richiedenti asilo, persone con disturbi mentali, ex carcerati e adulti con procedure penali in corso. I NEET in Lombardia rappresentano circa il 19% degli inoccupati su un tasso di inoccupazione giovanile pari al 31%.

Ambito: Penale Minorile

Descrizione: Erogazione di uno stipendio di accompagnamento di 600€/mese per un periodo di 4 mesi tramite carta di credito ricaricabile, erogata da Banca Intesa, intestata ai ragazzi in uscita dall’IPM Beccaria. Necessario percorso individualizzato di ricerca lavoro, di formazione o di frequenza scolastica.

Beneficiari: I ragazzi, in genere maggiorenni ma anche, in via eccezionale, minorenni, in uscita dal Carcere, segnalati dai servizi sociali minorili e dagli educatori dell’IPM “Beccaria”.

Ambito: Inclusione Sociale

Descrizione: Grazie al Fondo Pensioni per il Personale Cariplo sono stati messi a disposizione, al minimo canone possibile (600,00 euro/mese comprensivo di spese), due appartamenti di 78 mq, siti a Milano. Gli immobili sono destinati a giovani coppie, con un componente in uscita dal percorso penale, per avviarle all’autonomia abitativa.
La Fondazione Don Gino Rigoldi provvederà a siglare con i ragazzi un patto educativo ed un contratto di comodato. La presenza di una educatrice della Fondazione assicurerà visite settimanali per la verifica delle condizioni pattuite, personalizzate secondo le caratteristiche degli inquilini.

Beneficiari: Giovani coppie, con un componente in uscita da un percorso penale, per le quali riuscire a trovare un contratto di locazione è un’impresa impossibile: di fronte a una storia di lavoro troppo recente, alla mancanza di dichiarazioni dei redditi precedenti, alla difficoltà di raccogliere i soldi per la cauzione e per i tre mesi anticipati di affitto, si infrange la possibilità di mantenere l’impegno ad una vita regolare e la possibilità di consolidare la coppia, spesso già con un figlio.

Ambito: Giovani, Formazione e Lavoro

Descrizione: Creare percorsi di formazione professionale per i ragazzi che vivono ai margini in modo da formarli a professioni rispondenti alle esigenze di mercato e per le quali esiste un’offerta di lavoro.

L’obiettivo del progetto è contribuire ad abbattere le barriere esistenti nella ricerca lavoro per quelle persone che per motivi sociali o economici partono svantaggiate e sono a rischio di emarginazione. Da un lato si interviene per migliorare le competenze professionali attraverso corsi di formazione, dall’altra si cerca di sviluppare le competenze necessarie alla ricerca lavoro.

Beneficiari: Le persone che vivono nelle zone periferiche della città e sono a rischio di emarginazione sociale ed economica. In particolare il target di riferimento è quello dei NEET, i giovani senza formazione e lavoro, rifugiati e richiedenti asilo, persone con disturbi mentali, ex carcerati e adulti con procedure penali in corso. I NEET in Lombardia rappresentano circa il 19% degli inoccupati su un tasso di inoccupazione giovanile pari al 31%.

IN BORSA LAVORO
IN BORSA LAVORO

Ambito: Lavoro

Descrizione: Attivazione di Borse Lavoro per giovani individuati attraverso un sistema che si avvale di una rete di educatori, sportelli di ascolto, agenzie formative e aziende che vuole garantire un percorso completo ai candidati, fino all’ingresso in azienda attraverso un periodo di “allenamento” agli orari, alle regole, alla responsabilità necessaria nei confronti del datore di lavoro e dei colleghi. Un allenamento che per molti dei giovani di cui ci occupiamo è necessario per ottenere poi l’eventuale assunzione vera e propria e che diventa garanzia importante per le aziende con le quali si stringe un patto educativo: l’imprenditore si rende disponibile a sostenere il percorso di inserimento lavorativo, noi garantiamo personale educativo e stipendio di ingresso ai candidati per i primi tre mesi.

Beneficiari: 15 ragazzi dei quartieri di periferia che hanno ripetutamente cercato lavoro senza successo, e in uscita dall’IPM Beccaria dopo una detenzione più o meno lunga.

CENTRO DIURNO AZIMUTH
CENTRO DIURNO AZIMUTH

Ambito: Dipendenze

Descrizione: Servizio semiresidenziale che offre percorsi terapeutici a persone con problematiche di dipendenza da sostanze, legali e illegali, provenienti dalle carceri afferenti al territorio di Milano. Gli ospiti sono beneficiari delle misure alternative alla detenzione quali l’affidamento terapeutico, gli arresti o la detenzione domiciliare. Le persone accolte frequentemente hanno percorsi scolastici discontinui ed incompleti, attività lavorative frammentate, precarie e in alcuni casi del tutto assenti. Spesso lo stile di vita, legato al consumo di sostanze e all’illegalità, porta alla costruzione di relazioni interpersonali complesse e problematiche e al ritiro dai contesti di socialità.

Beneficiari: Uomini e donne, dai 18 ai 50 anni, cittadini italiani e stranieri, con certificazione di tossicodipendenza rilasciata da un SERT, che hanno, come condizione necessaria, un contesto familiare, d’origine o di coppia, nel quale rientrare ed essere ospitati.

CENTRO PER GIOVANI ‘ERMANNO OLMI’
CENTRO PER GIOVANI ‘ERMANNO OLMI’

Ambito: Giovani e Lavoro

Descrizione: Il Centro di aggregazione giovanile ‘Ermanno Olmi’ di Piazza Olivelli a Milano è una porta aperta sul quartiere 5 giorni a settimana. Le attività sono rivolte ai più giovani e alle loro famiglie e vengono progettate in base alla lettura dei bisogni e insieme ai ragazzi. Le attività si articolano in diversi ambiti tra cui:

  1. Scuola, percorsi di formazione e sostegno alla crescita
  2. Laboratori artistici e culturali
  3. Laboratori sportivi

Beneficiari: Circa 130 ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 21 anni

Ambito: Lavoro

Descrizione: Attivazione di Borse Lavoro per giovani individuati attraverso un sistema che si avvale di una rete di educatori, sportelli di ascolto, agenzie formative e aziende che vuole garantire un percorso completo ai candidati, fino all’ingresso in azienda attraverso un periodo di “allenamento” agli orari, alle regole, alla responsabilità necessaria nei confronti del datore di lavoro e dei colleghi. Un allenamento che per molti dei giovani di cui ci occupiamo è necessario per ottenere poi l’eventuale assunzione vera e propria e che diventa garanzia importante per le aziende con le quali si stringe un patto educativo: l’imprenditore si rende disponibile a sostenere il percorso di inserimento lavorativo, noi garantiamo personale educativo e stipendio di ingresso ai candidati per i primi tre mesi.

Beneficiari: 15 ragazzi dei quartieri di periferia che hanno ripetutamente cercato lavoro senza successo, e in uscita dall’IPM Beccaria dopo una detenzione più o meno lunga.

Ambito: Dipendenze

Descrizione: Servizio semiresidenziale che offre percorsi terapeutici a persone con problematiche di dipendenza da sostanze, legali e illegali, provenienti dalle carceri afferenti al territorio di Milano. Gli ospiti sono beneficiari delle misure alternative alla detenzione quali l’affidamento terapeutico, gli arresti o la detenzione domiciliare. Le persone accolte frequentemente hanno percorsi scolastici discontinui ed incompleti, attività lavorative frammentate, precarie e in alcuni casi del tutto assenti. Spesso lo stile di vita, legato al consumo di sostanze e all’illegalità, porta alla costruzione di relazioni interpersonali complesse e problematiche e al ritiro dai contesti di socialità.

Beneficiari: Uomini e donne, dai 18 ai 50 anni, cittadini italiani e stranieri, con certificazione di tossicodipendenza rilasciata da un SERT, che hanno, come condizione necessaria, un contesto familiare, d’origine o di coppia, nel quale rientrare ed essere ospitati.

Ambito: Giovani e Lavoro

Descrizione: Il Centro di aggregazione giovanile ‘Ermanno Olmi’ di Piazza Olivelli a Milano è una porta aperta sul quartiere 5 giorni a settimana. Le attività sono rivolte ai più giovani e alle loro famiglie e vengono progettate in base alla lettura dei bisogni e insieme ai ragazzi. Le attività si articolano in diversi ambiti tra cui:

  1. Scuola, percorsi di formazione e sostegno alla crescita
  2. Laboratori artistici e culturali
  3. Laboratori sportivi

Beneficiari: Circa 130 ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 21 anni

CICLOFFICINA CICLO l’HUB
CICLOFFICINA CICLO l’HUB

Ambito: Giovani e Lavoro

Descrizione: CICLO L’HUB è l’impresa di Comunità Nuova Onlus per l’inserimento lavorativo di giovani in difficoltà e per l’erogazione di prodotti e servizi per la mobilità a Milano Smart City. È una ciclofficina dedicata alla vendita, riparazione e rigenerazione di biciclette.

Beneficiari: Ragazzi e ragazze tra i 17 e i 25 anni che non studiano e non lavorano segnalati dai servizi sociali del territorio (penale minorile, servizi per le dipendenze, centri di accoglienza, centri di aggregazione giovanile, centri di salute mentale ecc.)

HOUSING SOCIALE
HOUSING SOCIALE

Ambito: Inclusione e migranti

Descrizione: Progetto di accoglienza abitativa temporanea di persone svantaggiate. Attualmente le unità abitative messe a disposizione da Comunità Nuova, prevalentemente monolocali e bilocali, sono 15 e sono distribuite nei quartieri Giambellino e San Siro di Milano.

Per ciascun beneficiario è prevista l’elaborazione di un percorso individuale, formalizzato in un patto per il raggiungimento della piena autonomia ed è nominato un educatore. Il progetto individuale di ciascun abitante della residenza è sostenuto con l’apporto dei servizi del Segretariato Sociale di Comunità Nuova (ricerca lavoro, accompagnamento alla richiesta di alloggi popolari, consulenza famigliare, orientamento a servizi di welfare,..).

Beneficiari: Persone con diverse tipologie e differenti livelli di disagio abitativo e di esclusione sociale.

PROGETTI CARCERE
PROGETTI CARCERE

Ambito: Inclusione e migranti

Descrizione: Gli interventi nel penale mirano a fornire un sostegno all’uscita dall’iter formale della giustizia minorile e per gli adulti, accompagnando la persona in un percorso di rielaborazione di ciò che sta vivendo.

I progetti in questa area sono presenti in diversi servizi istituzionali come l’Istituto Penale Minorile Beccaria, l’Ufficio Sociale per i Minorenni e l’Ufficio Esecuzione Penale esterna.

Le attività riguardano gli accompagnamenti educativi ad alta intensità, la presenza educativa all’interno dell’Istituto Penale Minorile Beccaria e del CPA, la consulenza legale, l’accoglienza abitativa temporanea nell’appartamento di via Ricciarelli.

Beneficiari: Circa 100 minori, giovani adulti e adulti segnalati dai servizi della Giustizia e/o in situazione di limitazione della libertà personale

Ambito: Giovani e Lavoro

Descrizione: CICLO L’HUB è l’impresa di Comunità Nuova Onlus per l’inserimento lavorativo di giovani in difficoltà e per l’erogazione di prodotti e servizi per la mobilità a Milano Smart City. È una ciclofficina dedicata alla vendita, riparazione e rigenerazione di biciclette.

Beneficiari: Ragazzi e ragazze tra i 17 e i 25 anni che non studiano e non lavorano segnalati dai servizi sociali del territorio (penale minorile, servizi per le dipendenze, centri di accoglienza, centri di aggregazione giovanile, centri di salute mentale ecc.)

Ambito: Inclusione e migranti

Descrizione:

Progetto di accoglienza abitativa temporanea di persone svantaggiate. Attualmente le unità abitative messe a disposizione da Comunità Nuova, prevalentemente monolocali e bilocali, sono 15 e sono distribuite nei quartieri Giambellino e San Siro di Milano.

Per ciascun beneficiario è prevista l’elaborazione di un percorso individuale, formalizzato in un patto per il raggiungimento della piena autonomia ed è nominato un educatore. Il progetto individuale di ciascun abitante della residenza è sostenuto con l’apporto dei servizi del Segretariato Sociale di Comunità Nuova (ricerca lavoro, accompagnamento alla richiesta di alloggi popolari, consulenza famigliare, orientamento a servizi di welfare,..).

Beneficiari: Persone con diverse tipologie e differenti livelli di disagio abitativo e di esclusione sociale.

Ambito: Inclusione e migranti

Descrizione: Gli interventi nel penale mirano a fornire un sostegno all’uscita dall’iter formale della giustizia minorile e per gli adulti, accompagnando la persona in un percorso di rielaborazione di ciò che sta vivendo.

I progetti in questa area sono presenti in diversi servizi istituzionali come l’Istituto Penale Minorile Beccaria, l’Ufficio Sociale per i Minorenni e l’Ufficio Esecuzione Penale esterna.

Le attività riguardano gli accompagnamenti educativi ad alta intensità, la presenza educativa all’interno dell’Istituto Penale Minorile Beccaria e del CPA, la consulenza legale, l’accoglienza abitativa temporanea nell’appartamento di via Ricciarelli.

Beneficiari: Circa 100 minori, giovani adulti e adulti segnalati dai servizi della Giustizia e/o in situazione di limitazione della libertà personale

SCUOLA DI CITTADINANZA
SCUOLA DI CITTADINANZA

Ambito: Famiglia e infanzia

Descrizione: Il progetto sviluppa due azioni di solidarietà rivolte a minori dai 6 ai 16 anni:

  1. Il progetto propone l’attivazione del doposcuola 4 giorni la settimana coinvolgendo giovani delle scuole elementari, medie inferiori e superiori
  2. Centro Estivo: da metà giugno a metà luglio le attività del doposcuola continuano ma assumono un profilo più ludico-ricreativo; il centro estivo è attivo 5 giorni alla settimana e vede accanto all’attività scolastica dei compiti delle vacanze la proposta di laboratori, momenti di gioco, uscite in piscina o al museo e gite alla scoperta della città.

Beneficiari: 100 minori dai 6 ai 16 anni, di cui 60 per il sostegno scolastico e 40 per il centro estivo

SEGRETARIATO SOCIALE
SEGRETARIATO SOCIALE

Ambito: Inclusione/Migranti

Descrizione:

Servizio nato per sviluppare una rete di aiuto per le persone in stato di fragilità sociale, che negli ultimi anni si sono trovate ad affrontare forti situazioni di crisi economica, lavorativa e familiare. All’interno del Segretariato sociale di via Bellini a Milano vengono erogati servizi di:

  • distribuzione di beni di prima necessità (alimenti, abiti, coperte, detergenti per l’igiene personale)
  • orientamento per le modalità di rateizzazione delle spese insolute, per la richiesta di alloggi di affitto calmierato, temporanei o di case popolari
  • consulenza legale per l’ottenimento di permessi di soggiorno o per ricongiungimenti familiari
  • ricerca attiva del lavoro

Beneficiari: 350 nuclei famigliari, persone in stato di fragilità sociale, che negli ultimi anni si sono trovate ad affrontare forti situazioni di crisi economica, lavorativa e familiare, in particolare appartenenti alle zone 5, 6 e 7 di Milano, estendibile al resto del territorio milanese.

SISTEMA LAVORO
SISTEMA LAVORO

Ambito: Giovani e Lavoro, Inclusione/migranti

Descrizione:

Soluzioni integrate di formazione- lavoro e accompagnamento educativo costruite su misura e finalizzate all’inserimento professionale di giovani svantaggiati dal punto di vista economico, sociale e culturale che si trovano oggi in una situazione di stallo evolutivo, provenienti dall’intero territorio metropolitano.

Gli operatori prendo in carico i giovani attraverso l’accesso libero o la segnalazione da parte dei servizi di Comunità Nuova o territoriali. Mediante un primo colloquio di lettura dei bisogni viene ipotizzato e concordato un percorso che attraversa le diverse prestazioni del servizio. Il ragazzo viene, inoltre, inserito in un database finalizzato al match con occasioni di lavoro o formazione che nascono nel tempo. Le diverse azioni sono:

  • Presidio territoriale, che permette di intercettare i ragazzi nei luoghi di aggregazione informali
  • Sportello, come luogo in cui vengono erogate la maggior parte delle prestazioni relative al supporto educativo dei ragazzi: colloquio iniziale, selezione dei candidati ai corsi di formazione professionale, bilancio delle competenze, costruzione del CV e modalità di utilizzo, simulazione dei colloqui di lavoro, orientamento nel mercato del lavoro e dei contratti, strutturazione di un sistema di ricerca attiva del lavoro
  • Formazione professionalizzante, che lavora su due fondamentali binari paralleli: da una parte la formazione professionale (percorso con docenti / artigiani che trasferiscono ai ragazzi le proprie competenze tecniche), dall’altra l’addestramento professionale con l’obiettivo di formare a “stare al lavoro”.
  • Borse lavoro, che si avvalgono di strumenti di finanziamento per il sostegno di periodi di formazione on-the-job che siano in grado di sostenere i costi dell’azienda per l’inserimento dei nostri ragazzi.
  • Social tutor, un educatore che svolge funzione di tutor durante il periodo di sperimentazione on the job.

Beneficiari: Giovani in condizioni di svantaggio, con particolare attenzione al quartiere periferico della Barona a Milano dove si svolge il presidio territoriale.

Ambito: Famiglia e infanzia

Descrizione: Il progetto sviluppa due azioni di solidarietà rivolte a minori dai 6 ai 16 anni:

  1. Il progetto propone l’attivazione del doposcuola 4 giorni la settimana coinvolgendo giovani delle scuole elementari, medie inferiori e superiori
  2. Centro Estivo: da metà giugno a metà luglio le attività del doposcuola continuano ma assumono un profilo più ludico-ricreativo; il centro estivo è attivo 5 giorni alla settimana e vede accanto all’attività scolastica dei compiti delle vacanze la proposta di laboratori, momenti di gioco, uscite in piscina o al museo e gite alla scoperta della città.

Beneficiari: 100 minori dai 6 ai 16 anni, di cui 60 per il sostegno scolastico e 40 per il centro estivo

Ambito: Inclusione/Migranti

Descrizione:

Servizio nato per sviluppare una rete di aiuto per le persone in stato di fragilità sociale, che negli ultimi anni si sono trovate ad affrontare forti situazioni di crisi economica, lavorativa e familiare. All’interno del Segretariato sociale di via Bellini a Milano vengono erogati servizi di:

  • distribuzione di beni di prima necessità (alimenti, abiti, coperte, detergenti per l’igiene personale)
  • orientamento per le modalità di rateizzazione delle spese insolute, per la richiesta di alloggi di affitto calmierato, temporanei o di case popolari
  • consulenza legale per l’ottenimento di permessi di soggiorno o per ricongiungimenti familiari
  • ricerca attiva del lavoro

Beneficiari: 350 nuclei famigliari, persone in stato di fragilità sociale, che negli ultimi anni si sono trovate ad affrontare forti situazioni di crisi economica, lavorativa e familiare, in particolare appartenenti alle zone 5, 6 e 7 di Milano, estendibile al resto del territorio milanese.

Ambito: Giovani e Lavoro, Inclusione/migranti

Descrizione:

Soluzioni integrate di formazione- lavoro e accompagnamento educativo costruite su misura e finalizzate all’inserimento professionale di giovani svantaggiati dal punto di vista economico, sociale e culturale che si trovano oggi in una situazione di stallo evolutivo, provenienti dall’intero territorio metropolitano.

Gli operatori prendo in carico i giovani attraverso l’accesso libero o la segnalazione da parte dei servizi di Comunità Nuova o territoriali. Mediante un primo colloquio di lettura dei bisogni viene ipotizzato e concordato un percorso che attraversa le diverse prestazioni del servizio. Il ragazzo viene, inoltre, inserito in un database finalizzato al match con occasioni di lavoro o formazione che nascono nel tempo. Le diverse azioni sono:

  • Presidio territoriale, che permette di intercettare i ragazzi nei luoghi di aggregazione informali
  • Sportello, come luogo in cui vengono erogate la maggior parte delle prestazioni relative al supporto educativo dei ragazzi: colloquio iniziale, selezione dei candidati ai corsi di formazione professionale, bilancio delle competenze, costruzione del CV e modalità di utilizzo, simulazione dei colloqui di lavoro, orientamento nel mercato del lavoro e dei contratti, strutturazione di un sistema di ricerca attiva del lavoro
  • Formazione professionalizzante, che lavora su due fondamentali binari paralleli: da una parte la formazione professionale (percorso con docenti / artigiani che trasferiscono ai ragazzi le proprie competenze tecniche), dall’altra l’addestramento professionale con l’obiettivo di formare a “stare al lavoro”.
  • Borse lavoro, che si avvalgono di strumenti di finanziamento per il sostegno di periodi di formazione on-the-job che siano in grado di sostenere i costi dell’azienda per l’inserimento dei nostri ragazzi.
  • Social tutor, un educatore che svolge funzione di tutor durante il periodo di sperimentazione on the job.

Beneficiari: Giovani in condizioni di svantaggio, con particolare attenzione al quartiere periferico della Barona a Milano dove si svolge il presidio territoriale.

INSIEME PER GLI ALTRI
INSIEME PER GLI ALTRI

Ambito: Giovani e Lavoro

Descrizione: Promozione di iniziative di sensibilizzazione, formazione ed educazione non formale, volontariato locale e internazionale per favorire la partecipazione degli adolescenti, dei giovani e delle loro famiglie alla vita sociale e politica dei territori in cui abitano, in una logica di protagonismo e assunzione di responsabilità rispetto a situazioni di vulnerabilità, disuguaglianza e discriminazione. Il progetto ha come punto di partenza l’area metropolitana di Milano e altre aree del territorio lombardo, ma attiva percorsi e iniziative anche su scala trans-locale e transnazionale, promuovendo un principio di solidarietà internazionale e di Cittadinanza Globale.

Beneficiari: Tra i beneficiari diretti, ci sono in generale i giovani della regione Lombardia, i volontari (giovani e adulti) di BIR e i giovani europei coinvolti in scambi/formazioni internazionali.

Tra i beneficiari indiretti, oltre ai partner di BIR in Italia, ci sono le famiglie e i minori beneficiari degli interventi di BIR in Italia, Romania e Repubblica Moldova.

SPAZI PER CRESCERE
SPAZI PER CRESCERE

Ambito: Famiglie e infanzia

Descrizione: Sostiene iniziative di prevenzione dell’abbandono minorile e di sostegno a bambini e famiglie che vivono in condizioni di vulnerabilità in Romania. In particolare:

  • le Case del Sorriso di Valcea (3 case-famiglie e 2 appartamenti sociali) gestite da Inima Pentru Inima ospitano circa 30 bambini e 6 ragazzi provenienti dal sistema pubblico di protezione, offrendo accoglienza a quei minori abbandonati che il sistema pubblico non riesce a gestire (disturbi comportamentali, gruppi di fratelli/sorelle, adolescenti usciti del sistema di protezione, etc).
  • Prevenzione all’Abbandono in Mehedinti insieme alla Direzione per l’Assistenza Sociale che offre servizi alle donne e alle famiglie: dal counselling al planning familiare, da servizi medici di base ad aiuti materiali alle famiglie numerose.
  • Il Centro diurno di Obor a Bucarest gestito dall’Associazione Carusel è uno spazio sicuro e protetto dove i bambini del quartiere ricevono un pasto e altri servizi di base (vestiti, prodotti per l’igiene personale, etc.), oltre al sostegno nello svolgimento dei compiti e altre attività di educazione non-formale, gioco e socializzazione.

BIR si impegna a realizzare incontri e formazione per le organizzazioni partner per lavorare sulla capacity building al fine di garantire una maggiore sostenibilità a livello locale dei progetti finanziati

Beneficiari: Bambini/e e ragazzi/e provenienti dal sistema pubblico di protezione per minori abbandonati del distretto di Valcea

  • Famiglie numerose, donne e minori a rischio di abbandono del distretto di Mehedinti
  • Bambini/e in stato di vulnerabilità e a rischio di abbandono scolastico del quartiere di Obor a Bucarest
  • Famiglie in stato di fragilità del quartiere di Obor a Bucarest
TOGHETER WE CARE
TOGHETER WE CARE

Ambito: Giovani e Lavoro – Famiglia/Infanzia

Descrizione: BIR lavora per una crescita e un miglioramento delle attività di volontariato sue e dei suoi partner attraverso tre azioni:

  • Campi estivi/invernali di volontariato: Attività di animazione e gioco a favore di oltre 1000 minori in condizioni di vulnerabilità incontrati in istituti per minori, centri diurni, villaggi rurali e istituti penali minorili, realizzate dai volontari in Romania, Rep. Moldova e Italia grazie a circa 120 volontari coinvolti in Italia e circa 80 locali in Romania e Repubblica Moldova. Verrà realizzata una valutazione sull’impatto dei campi di volontariato che servirà come base per migliorare l’intervento futuro.
  • Sostegno a movimenti di volontariato dei nostri partner in Rep. Moldova, in particolare a Chisinau e in diverse località rurali. I volontari dei nostri partner sono attivi soprattutto in azioni a favore di minori e anziani in condizione di fragilità oltre che in azioni a favore delle loro comunità di appartenenza.
  • Formazione comune e scambio di buone pratiche tra i volontari ma anche tra gli staff delle diverse organizzazioni coinvolte.

Beneficiari: Tra i beneficiari diretti, ci sono i minori in situazioni di vulnerabilità in istituto, case-famiglia, centri diurni, villaggi rurali, istituti penali minorili insieme ai volontari di BIR e ai giovani in Italia (principalmente in Lombardia) olre che ai volontari dei partner di BIR e giovani in Romania e Rep. Moldova.

Tra i beneficiari indiretti ci sono i bambini, gli anziani e le famiglie a cui si rivolgono gli interventi dei volontari locali in Romania e Moldova, oltre alle comunità di intervento dei volontari di BIR e dei partner di BIR.

Ambito: Giovani e Lavoro

Descrizione: Promozione di iniziative di sensibilizzazione, formazione ed educazione non formale, volontariato locale e internazionale per favorire la partecipazione degli adolescenti, dei giovani e delle loro famiglie alla vita sociale e politica dei territori in cui abitano, in una logica di protagonismo e assunzione di responsabilità rispetto a situazioni di vulnerabilità, disuguaglianza e discriminazione. Il progetto ha come punto di partenza l’area metropolitana di Milano e altre aree del territorio lombardo, ma attiva percorsi e iniziative anche su scala trans-locale e transnazionale, promuovendo un principio di solidarietà internazionale e di Cittadinanza Globale.

Beneficiari: Tra i beneficiari diretti, ci sono in generale i giovani della regione Lombardia, i volontari (giovani e adulti) di BIR e i giovani europei coinvolti in scambi/formazioni internazionali.

Tra i beneficiari indiretti, oltre ai partner di BIR in Italia, ci sono le famiglie e i minori beneficiari degli interventi di BIR in Italia, Romania e Repubblica Moldova.

Ambito: Famiglie e infanzia

Descrizione: Sostiene iniziative di prevenzione dell’abbandono minorile e di sostegno a bambini e famiglie che vivono in condizioni di vulnerabilità in Romania. In particolare:

  • le Case del Sorriso di Valcea (3 case-famiglie e 2 appartamenti sociali) gestite da Inima Pentru Inima ospitano circa 30 bambini e 6 ragazzi provenienti dal sistema pubblico di protezione, offrendo accoglienza a quei minori abbandonati che il sistema pubblico non riesce a gestire (disturbi comportamentali, gruppi di fratelli/sorelle, adolescenti usciti del sistema di protezione, etc).
  • Prevenzione all’Abbandono in Mehedinti insieme alla Direzione per l’Assistenza Sociale che offre servizi alle donne e alle famiglie: dal counselling al planning familiare, da servizi medici di base ad aiuti materiali alle famiglie numerose.
  • Il Centro diurno di Obor a Bucarest gestito dall’Associazione Carusel è uno spazio sicuro e protetto dove i bambini del quartiere ricevono un pasto e altri servizi di base (vestiti, prodotti per l’igiene personale, etc.), oltre al sostegno nello svolgimento dei compiti e altre attività di educazione non-formale, gioco e socializzazione.

BIR si impegna a realizzare incontri e formazione per le organizzazioni partner per lavorare sulla capacity building al fine di garantire una maggiore sostenibilità a livello locale dei progetti finanziati

Beneficiari: Bambini/e e ragazzi/e provenienti dal sistema pubblico di protezione per minori abbandonati del distretto di Valcea

  • Famiglie numerose, donne e minori a rischio di abbandono del distretto di Mehedinti
  • Bambini/e in stato di vulnerabilità e a rischio di abbandono scolastico del quartiere di Obor a Bucarest
  • Famiglie in stato di fragilità del quartiere di Obor a Bucarest

Ambito: Giovani e Lavoro – Famiglia/Infanzia

Descrizione: BIR lavora per una crescita e un miglioramento delle attività di volontariato sue e dei suoi partner attraverso tre azioni:

  • Campi estivi/invernali di volontariato: Attività di animazione e gioco a favore di oltre 1000 minori in condizioni di vulnerabilità incontrati in istituti per minori, centri diurni, villaggi rurali e istituti penali minorili, realizzate dai volontari in Romania, Rep. Moldova e Italia grazie a circa 120 volontari coinvolti in Italia e circa 80 locali in Romania e Repubblica Moldova. Verrà realizzata una valutazione sull’impatto dei campi di volontariato che servirà come base per migliorare l’intervento futuro.
  • Sostegno a movimenti di volontariato dei nostri partner in Rep. Moldova, in particolare a Chisinau e in diverse località rurali. I volontari dei nostri partner sono attivi soprattutto in azioni a favore di minori e anziani in condizione di fragilità oltre che in azioni a favore delle loro comunità di appartenenza.
  • Formazione comune e scambio di buone pratiche tra i volontari ma anche tra gli staff delle diverse organizzazioni coinvolte.

Beneficiari: Tra i beneficiari diretti, ci sono i minori in situazioni di vulnerabilità in istituto, case-famiglia, centri diurni, villaggi rurali, istituti penali minorili insieme ai volontari di BIR e ai giovani in Italia (principalmente in Lombardia) olre che ai volontari dei partner di BIR e giovani in Romania e Rep. Moldova.

Tra i beneficiari indiretti ci sono i bambini, gli anziani e le famiglie a cui si rivolgono gli interventi dei volontari locali in Romania e Moldova, oltre alle comunità di intervento dei volontari di BIR e dei partner di BIR.

SOCIAL PRESS POINT - L'EDICOLA DEI SOGNI
SOCIAL PRESS POINT - L'EDICOLA DEI SOGNI

Ambito: Giovani e Lavoro

Descrizione: Social Press Point è la prima edicola sociale d’Italia. Aperta nel febbraio 2015 in piazza Cordusio a Milano, da settembre 2018 è collocata in piazza Santo Stefano, nelle vicinanze del Duomo e dell’Università Statale.

Il progetto rappresenta una concreta occasione di riscatto per le persone in difficoltà, attraverso un’innovativa esperienza di lavoro

Ambito: Giovani e Lavoro

Descrizione: Social Press Point è la prima edicola sociale d’Italia. Aperta nel febbraio 2015 in piazza Cordusio a Milano, da settembre 2018 è collocata in piazza Santo Stefano, nelle vicinanze del Duomo e dell’Università Statale.

Il progetto rappresenta una concreta occasione di riscatto per le persone in difficoltà, attraverso un’innovativa esperienza di lavoro

 
VAI ALL’ ARCHIVIO 2017
VAI ALL’ ARCHIVIO 2018
VAI ALL’ ARCHIVIO 2019